Digital Transformation: esigenze ed opportunità per un mercato in evoluzione

Digital Transformation: esigenze ed opportunità per un mercato in evoluzione

Pubblicato da Fabio Lalli il 15/12/2014 in Thinking

Da anni, negli ultimi in particolar modo, le aziende hanno realizzato come il digital abbia profondamente rivoluzionato la vita delle persone: la scoperta e l’uso delle informazioni, la condivisione dei propri interessi, il monitoraggio delle proprie attività, la socializzazione dei percorsi di acquisto e molte altre abitudini sono cambiate grazie alle tecnologie e al digital. Le modalità con cui aziende e Brand oggi si propongono e interagiscono, più o meno efficacemente, con i consumatori è cambiata e di certo cambierà ancora nei prossimi anni.

Sebbene ci sia l’assoluta esigenza di capire e far propri i Trend emergenti, le nuove tecnologie e gli approcci innovativi, per le aziende, l’attività di aggiornamento e analisi del mercato, diventa sempre più impegnativa e spesso impossibile, poichè è dispendioso e complesso districarsi tra le evoluzioni del mercato alla ricerca delle opportunità concrete per il proprio business. Eppure, la ricerca e l’osservazione del mercato è fondamentale per restare competitivi.

Negli ultimi tempi questa evoluzione digitale e queste nuove opportunità, a cui le aziende devono necessariamente prestare attenzione, sono state definite Digital Transformation. Con l’espressione Digital Transformation, in sintesi, si intende il processo che ridisegna e rende più competitiva l’offerta complessiva del proprio business, tramite analisi e ascolto delle esigenze del mercato e per mezzo delle tecnologie digitali.

Dalle persone alle persone attraverso il digital

Negli uffici del marketing l’importanza di social e digital non è più una novità. In questi anni è maturata la consapevolezza che il successo delle iniziative non può riguardare esclusivamente la capacità di generare engagement e di aumentare il grado di soddisfazione dei propri interlocutori. Occorre sempre più guardare ai risultati di business e orientare le attività verso percorsi di acquisto coerenti con le esigenze dei consumatori.

Questa evoluzione, più volte annunciata, sta progressivamente avvenendo. Nei prossimi anni, forse meglio dire mesi, considerando la velocità di adozione e sviluppo di nuove tecnologie, i cambiamenti e gli investimenti che il mercato richiederà, saranno sempre più evidenti. Vedremo confermato un concetto chiave, che spesso passa in secondo piano: al centro delle attività digital, prima di tecnologie e approcci, ci sono le persone e i processi.

Per le aziende la capacità di capire esigenze e necessità, sulla base dei comportamenti già esistenti, farà la differenza. Le spese in infrastrutture dovranno aiutare a definire come l’offerta si evolverà nei prossimi anni. Sarà sempre più fondamentale analizzare e ripensare l’intera esperienza del cliente, compresi tutti i punti di contatto con Brand e prodotti. La capacità di maneggiare le tecnologie sarà indispensabile, ma come sempre, se queste non saranno calate nella vita delle persone, non ci sarà mai vero valore da offrire.

Allo stesso modo, le esigenze di cambiamento richieste alle aziende, saranno sempre più forti anche all’interno dell’azienda stessa e dei manager di differenti aree. L’azienda avrà, nei prossimi mesi, la precisa responsabilità di portare la Digital Trasformation all’interno dell’organizzazione, rendendo trasversale e non più verticale verticale, come avvenuto negli ultimi anni, la disponibilità di tecnologia, ottimizzando ed integrando processi cross funzionali e lavorando in modo più forte sulla diffusione di cultura digitale.

processi DigitalTransformation

La collaborazione del management sarà importante per:

  • Aggiornare il ruolo del marketing in una prospettiva digital;
  • Scomporre, capire e ridefinire l’intera esperienza del consumatore, valorizzando l’omnicanalità;
  • Integrare le attività di marketing con dati e analytics in real-time ed essere capace di agire di conseguenza;
  • Investire in tecnologie agile a servizi cloud;
  • Integrare in azienda talenti e nuove professionalità richieste.

Tra i consumatori di domani ci saranno sempre più “nativi digitali” e una customer experience rilevante e integrata sarà alla base di ogni azienda, non solo B2C.

Brian Solis - The Wheel of Disruption

Per Brian Solis, la Digital Transformation è una trasformazione basata sull’empatia e solo in seconda istanza su aspetti tecnologici:

Aside from the caché that each of these white hot trends boast, they roll up into one of the most important business movements in modern history. Enter the era of Digital Transformation.

Nella sua Wheel of Disruption il ricercatore ha raccolto le tecnologie emergenti che nei prossimi anni rivoluzioneranno il mercato. La chiave per leggere e affrontare i cambiamenti rimane la Digital Transformation.

Il gruppo Altimeter, la società di ricerca in cui Solis lavora nonché una delle realtà che più ha investito sul tema specifico, scompone la Digital Transformation in 3 elementi definiti:

  1. Visione e Leadership
  2. Digital Transformation team
  3. Digital Customer Experience

Già da una prima analisi appare evidente come gli aspetti tecnologici siano meno evidenti rispetto alla componente umana. Al cuore della trasformazione c’è il modo in cui clienti e dipendenti stanno cambiando grazie al digital.

I 3 elementi della Digital Transformation

 

Il mobile come porta di accesso principale alla Digital Transformation

Tra le evoluzioni a cui abbiamo assistito in questi anni, il mobile ha dimostrato quanto i comportamenti delle persone siano legati alle tecnologie presenti nella vita quotidiana. Ripensare al modo in cui solo cinque anni fa utilizzavamo telefono e Internet sembra quasi ricordare un’epoca lontana. Per certi versi è così. L’utilizzo di smartphone e tablet, la scomparsa dei “palmari”, la progressiva crescita della popolazione di mobile user.

Assieme a esigenze e attività delle persone anche le applicazioni mobile si sono evolute molto rapidamente. R Ray Wang parla di terza generazione di Enterprise Mobile Apps per indicare come applicazioni e ecosistema – schermi e potenza degli smartphone, banda mobile e altri fattori – siano maturi per offrire nuove esperienze, diverse e più integrate rispetto a ciò a cui eravamo abituati. Ancora una volta non saranno però i progressi tecnici a stupire, ma le possibilità e le potenzialità che queste app offrono agli utenti.

Tra le nuove soluzioni saranno sempre più presenti applicazioni realizzate per community specifiche, magari temporanee, legate a eventi o contesti particolari, in cui le persone produrranno contenuti e interagiranno in tempo reale. E da questo punto di vista, in IQUII stiamo lavorando anche per portare le mobile app all’interno delle company, trasformando il concetto di enterprise network in enterprise mobile network.

Nello specifico inoltre Wang evidenzia 5 caratteristiche chiave per le applicazioni di terza generazione:

  1. Risolvere le esigenze business di un’azienda;
  2. Definire una nuova esperienza, non proporne una già esistente;
  3. Prevedere analytics e, di conseguenza, la possibilità di studiare degli insight;
  4. Valorizzare le funzionalità dei device;
  5. Offrire esperienze di utilizzo naturali per l’utente.

Mobile Apps Evolutions

 

Come affrontare la Digital Transformation?

Siamo convinti che questi cambiamenti, che si vogliano definire o meno disruptive, riguardino gran parte delle aziende. Tutte le realtà avranno sempre più a che fare con l’evoluzione del mercato e le novità che il digital sta portando. Alle imprese è richiesto di abbracciare nuove soluzioni sulla base degli insight di mercato e dello studio dei propri consumatori.

L’omnicanalità sarà la base con cui sviluppare iniziative di comunicazione e business sempre più integrate e appaganti. L’analisi dei comportamenti delle persone, anche attraverso i Big Data e Real-Time analytics, permetterà di definire percorsi di loyalty mirati. Investire in nuove soluzioni e integrare nuove competenze diventerà altrettanto importante. Il marketing dei prossimi anni è inesorabilmente destinato a cambiare, ponendo il digital al centro di ogni strategia. Trasformando così i cambiamenti in opportunità.

Negli ultimi mesi in IQUII abbiamo approcciato con i nostri clienti percorsi di Digital Transformation affrontando processi, tecnologie e diffusione della cultura all’interno dell’azienda.

Se sei interessato a capire quale roadmap e quali investimenti sono necessari per cogliere queste opportunità puoi contattarci.
Sarà l’occasione per confrontarci e scoprire che risultati possiamo raggiungere.


Fabio Lalli

Ceo di IQUII, da sempre appassionato di innovazione digitale, attualmente immerso nell'esplorazione di nuove esperienze legate all'Internet of Everything e ai Big Data e incredibilmente determinato a fare grandi cose.


Non perderti i prossimi post! Ricevili via mail per leggerli quando vuoi.

Dai un'occhiata all'archivio


I dati saranno trattati per consentire l’inserimento e la pubblicazione dei commenti. Prima di lasciare il tuo commento, leggi l’informativa privacy.

ARTICOLI CORRELATI

di IQUII

Fondazione Cortina 2021 e IQUII ancora insieme: una nuova app per le Finali di Coppa del Mondo Cortina 2020

La piattaforma mobile è l’asset strutturato per una fruizione completa delle Finali di Coppa del Mondo, evento organizzato da Fondazione Cortina 2021.

in: Comunicati Stampa , Thinking

di IQUII

IQUII Sport pubblica la 15° edizione del “The European Football Club” Report: dati aggiornati e variazioni delle fanbase a servizio dell’analisi digitale del calcio europeo

La Business Unit di IQUII prosegue lo studio sullo sport con dati aggiornati e variazioni delle fanbase a servizio dell’analisi digitale del calcio europeo.

in: Comunicati Stampa

CONTATTACI SUBITO

I dati sono trattati solo per dare riscontro alla richiesta. Leggi l'informativa privacy prima di inviare la tua richiesta

IQUII S.r.l.Part of Be Group

Sede Legale: Viale dell'Esperanto 71 – 00144 Roma

P.iva 11289201003 - Cap.Soc. 10.000 €
Reg. Imprese di Roma REA n.1293642

Email. info@iquii.com
Tel. +39 06 72.15.125

Sede Operativa Roma
Via Vincenzo Lamaro 13/15 Ed.U, 00173

Sede Operativa Milano
Piazza Affari 3 (Primo Piano), 20123

Mobile Analytics

NEWSLETTER

Ricevi una volta al mese il nostro #ForwardThinking / Dai un'occhiata all'archivio