L’evoluzione dell’azienda nell’era del PULL

L’evoluzione dell’azienda nell’era del PULL

Pubblicato da IQUII il 03/11/2015 in Newsletter

L’evoluzione delle tecnologie digitali sta cambiando profondamente l’esperienza delle persone nei confronti dei prodotti e dei servizi. Ci siamo trasformati da fruitori passivi di servizi e contenuti, a utenti attivi e iperconnessi, capaci di interagire in real-time con i brand.

Siamo passati dall’era del push, dove il valore veniva erogato agli utenti sotto forma di erogazione di prodotti e servizi già preconfezionati, all’era del pull, dove l’offerta on-time di prodotti e servizi è resa possibile dall’adozione di nuovi modelli collaborativi e di co-creazione del valore, supportati dall’uso sempre più pervasivo delle piattaforme social e mobile.

Di fronte a questo cambiamento di paradigma, siamo chiamati a ridefinire rapidamente le nostre strategie per far fronte alle costanti evoluzioni di mercati liquidi che si trasformano costantemente sotto i nostri occhi. Siamo già immersi in questa sfida: tu sei pronto ad affrontarla?

Vision

Vision

Oggi siamo giunti alla terza fase del rapporto tra utenti e brand.

Il primo step era contraddistinto dall’era del broadcast, dove servizi e prodotti venivano pre-confezionati e sviluppati sulla base di dati storici che fornivano indicazioni precise nel product development. Con la comparsa dei social media e delle tecnologie mobile siamo stati proiettati nell’era della conversazione, caratterizzata dall’interazione dei brand con gli utenti attraverso tutti i punti di contatto online e offline a disposizione: dai punti vendita fisici ai social network, dalle applicazioni mobile agli eventi.

Alla conversazione deve aggiungersi il coinvolgimento effettivo degli utenti, attraverso l’implementazione di strategie e tecniche capaci di coinvolgere gli utenti in azioni tangibili, monitorabili e monetizzabili nei confronti dei brand.

Inspiring

Le aziende destinate a vincere sono quelle capaci di cambiare i paradigmi esistenti verso un approccio predittivo che valorizzi l’offerta di mercato e le relazioni con i propri clienti.

Per raggiungere questo obiettivo è necessario sviluppare il giusto mix di pianificazione, lateral thinking e capacità di acquisire, analizzare e interpretare i dati per fornire indicazioni chiare sulla strada da percorrere e gli obiettivi da raggiungere prima di tutti gli altri.

Questo processo di innovazione parte necessariamente dall’interno della propria organizzazione: ciascuna risorsa deve essere posta nelle condizioni di essere protagonista di progetti di miglioramento piccoli o grandi, avendo cura di non saltare nessuna fase del processo: dalla corretta individuazione di una criticità e delle sue cause, all’analisi delle possibili soluzioni, fino alla loro implementazione, dalla standardizzazione successiva all’auditing e al follow up finale per essere sicuri che il valore sia stato effettivamente erogato e percepito dai propri stakeholder.

Solo in questo modo sarà possibile trasferire su una scala più ampia il miglioramento delle performance a beneficio di tutti.

Strategy

strategy

Immaginiamo un brand manager seduto nel suo ufficio, mentre sviluppa una strategia di marketing per un nuovo prodotto della sua azienda. Identifica i target di mercato, stabilisce i prezzi e pianifica le attività di comunicazione per il lancio. La stima delle performance del nuovo prodotto sarà effettuata sulla base di dati storici e parametri di profittabilità che fanno riferimento ad attività precedenti o collaterali. Con un approccio di questo genere il prodotto sarebbe destinato a fallire molto rapidamente.

Per poter restare competitivi, è necessario sviluppare un approccio di tipo “Pull”, così come definito da John Hagel III nel suo libro “The power of Pull”,  capace cioè di attivare all’interno dell’organizzazione una serie di comportamenti e meccanismi virtuosi capaci di generare valore su larga scala, e abilitando così l’impresa a fornire al target giusto il prodotto giusto e nei tempi esatti per anticipare la domanda del mercato.

Per raggiungere questo obiettivo occorre lavorare su tre elementi tra loro correlati:

  • Accesso: consiste nella capacità di mantenere un’organizzazione flessibile e fluida, che ci consente di acquisire rapidamente le risorse necessarie per sviluppare prodotti e servizi utili a soddisfare la domanda di mercato in modo rapido ed efficiente;
  • Attrattività: si riferisce alla capacità di ricercare e contattare risorse e persone con la giusta esperienza per raggiungere gli obiettivi di competitività e presidio di mercato, sia all’interno dell’azienda che al suo esterno;
  • Coinvolgimento: si riferisce alla capacità di ottenere risultati basati sullo spirito di collaborazone e la co-creazione di flussi di conoscenza capaci di portare innovazione.

Più le aziende sono grado di integrare questi tre elementi, maggiore sarà l’incremento esponenziale della loro curva di produttività, derivata da processi di delivery e di time to market sempre più rapidi.

the power of pull

Questo processo coinvolge e influenza direttamente non solo i singoli individui, ma la stessa azienda e il suo mercato di riferimento.

Nella prima fase, le piattaforme collaborative e di social networking consentono di cercare e contattare rapidamente le professionalità richieste per l’ideazione, lo sviluppo e il lancio di nuovi prodotti/servizi.

Nella seconda fase, i processi collaborativi che si attivano tra le persone che partecipano ad uno stesso progetto sono in grado di generare flussi di conoscenza sempre più ampi,

Nella terza fase questo tipo di processi, che rendono le imprese più competitive, sono infine destinati ad estendersi a settori sempre più ampi della società, fino a coinvolgere aziende e istituzioni pubbliche che possono diventare esse stesse promotrici dei processi di innovazione.

Ogni mese, nei nostri #shareIQUII e #openIQUII, condividiamo le esperienze pratiche che ci hanno portato a fare nostro questo processo di innovazione per migliorare costantemente le nostre performance. In particolare, il tema delle performance nel marketing sarà al centro del nostro appuntamento del 19 novembre, al quale puoi già iscriverti.

Passion

Passion

Ci sono situazioni in cui la velocità è il fattore cruciale per raggiungere il successo. Dalla Formula Uno alla America’s Cup, la capacità di analizzare in tempo reale enormi quantità di dati può fare la differenza nelle strategie competitive.

Attualmente team come Lotus, Mercedes, Ferrari e McLaren Honda hanno sistemi di telemetria che consentono di raccogliere dati in tempo reale da più di duemila sensori, allo scopo di abilitare regolazioni in real time ai parametri che regolano l’erogazione di potenza della power unit, l’aerodinamica, i freni e l’assetto.

Allo stesso modo, i moderni sistemi domotici sono in grado di monitorare costantemente l’ambiente domestico e il funzionamento degli apparati smart connessi ad un hub centrale che ci può inviare una notifica sul nostro smartphone quando, ad esempio, sta finendo il pellet nella nostra stufa.

In tutti questi settori, dallo sport fino all’ambiente domestico, passando ovviamente per le attività di marketing e di business intelligence, la capacità di integrare l’analisi real time delle informazioni con sistemi predittivi di alert e notifica è destinata a fare la differenza: questo è il grande cambiamento di paradigma al quale oggi tutti noi siamo chiamati a contribuire.

 

I prossimi appuntamenti in IQUII

Proseguono i nostri incontri aperti e gratuiti dedicati a formazione e networking: a partire da ottobre abbiamo affiancato agli openIQUII, nei quali condividiamo direttamente le nostre esperienze su temi specifici che ci vedono impegnati ogni giorno, un nuovo tipo di eventi: gli shareIQUII, nei quali invitiamo i nostri partner a condividere conoscenze ed esperienze in un ambiente ricco di possibilità di networking e conoscenze professionali.

Ecco i prossimi appuntamenti:

Abbiamo un regalo per te

Se sei giunto in fondo a questa newsletter, ti meriti un regalo. Ti segnaliamo il framework completo della Deloitte dal titolo “The power of Pull: small moves, smartly made, big impact”. Il framework è diviso in 5 step, ciascuno dei quali spiegato in un PDF scaricabile, che spiega in che modo le organizzazioni possono raggiungere grandi obiettivi partendo da piccoli step collegati l’uno all’altro. Una lettura di ispirazione, indispensabile per essere competitivi in un mondo che cambia così rapidamente


IQUII

IQUII è una Digital Consulting Company, specializzata in Applicazioni mobile per iOS e Android, Social Media e Digital PR, tecnologia Wearable, Data Visualization.


Non perderti i prossimi post! Ricevili via mail per leggerli quando vuoi.

Dai un'occhiata all'archivio


I dati saranno trattati per consentire l’inserimento e la pubblicazione dei commenti. Prima di lasciare il tuo commento, leggi l’informativa privacy.

ARTICOLI CORRELATI

di IQUII

The future of Retail: come IoT e Smart Retail costruiscono la Shopping Experience del futuro

La Customer Experience sarà il fattore determinante negli store del futuro: l’approfondimento tra trend e opportunità dell’IoT nel nostro #ForwardThinking.

in: Newsletter , Thinking

di IQUII

The Age of Data: se i dati e le informazioni sono il nuovo oro, dove sono le miniere e come si estrae?

Il 90% di tutti i dati esistenti nel mondo oggi è stato generato negli ultimi 18 mesi e la quantità di dati che stiamo creando continua ad aumentare rapidamente: entro il 2020, ogni persona creerà 7 MB di dati al secondo, creando nuove opportunità e nuove sfide.

in: Newsletter

CONTATTACI SUBITO

I dati sono trattati solo per dare riscontro alla richiesta. Leggi l'informativa privacy prima di inviare la tua richiesta

IQUII S.r.l.Part of Be Group

Sede Legale: Viale dell'Esperanto 71 – 00144 Roma

P.iva 11289201003 - Cap.Soc. 10.000 €
Reg. Imprese di Roma REA n.1293642

Email. info@iquii.com
Tel. +39 06 72.15.125

Sede Operativa Roma
Via Vincenzo Lamaro 13/15 Ed.U, 00173

Sede Operativa Milano
Piazza degli Affari 2, 20123

Mobile Analytics

NEWSLETTER

Ricevi una volta al mese il nostro #ForwardThinking / Dai un'occhiata all'archivio