Ice Bucket Challenge, Hyperlapse e Facebook Edge: le novità dell’estate che (forse) vi siete persi

Ice Bucket Challenge, Hyperlapse e Facebook Edge: le novità dell’estate che (forse) vi siete persi

Pubblicato da IQUII il 04/09/2014 in Thinking

Nel mese di Agosto la maggior parte degli italiani si concede tradizionalmente qualche giorno di vacanza; in questo periodo la Rete viene utilizzata prevalentemente da mobile per condividere con gli amici le foto e i video che raccontano le nostre esperienze di svago, relax e divertimento. Mettendo in secondo piano fenomeni e novità rilevanti per il lavoro.

Per questo abbiamo creato questo piccolo approfondimento, che vuole riassumere quello che, forse, vi siete persi nelle ultime settimane.

Ice Bucket Challenge

La prima novità di sicuro interesse è legata all’Ice Bucket Challenge, che può essere considerato a tutti gli effetti come l’evento virale dell’estate. La canzone tormentone ha lasciato spazio all’evento tormentone, più popolare e democratico che ha visto coinvolti VIP e amici a ritmo di nomination.
In sintesi l’invito dell’ICB raccoglie tre elementi: una secchiata d’acqua ghiacciata, un’offerta in denaro a favore della ricerca contro la SLA e la nomination verso tre amici chiamati a fare altrettanto. Tutto da vivere e condividere sui social. Dal 29 luglio al 20 agosto sono stati raccolti quasi 50 milioni di dollari grazie al tam-tam generato online e chi vuole può ancora contribuire alle donazioni.

E’ interessante notare come, dal punto di vista della comunicazione, il fenomeno Ice Bucket Challenge sia un esempio da manuale di iniziativa virale user-generated, i cui risultati positivi hanno sorpreso gli stessi ideatori. Tale iniziativa ha tutti gli elementi per poter essere considerata virale: è una sfida contagiosa, fa leva su un argomento di particolare rilevanza sociale, riesce ad essere d’impatto perché l’esecuzione è spettacolare, divertente e veloce, molto adatta dunque per essere veicolata online. Con il tag #IceBucketChallenge è possibile rendersi conto sui differenti Social Network della portata di questa moda estiva.

Come spesso avviene per molti fenomeni virali, difficilmente una iniziativa del genere sarà replicabile con le stesse modalità, ma l’Ice Bucket Challenge dimostra che anche il mondo del no-profit può ottenere risultati importanti abbracciando i nuovi codici di comunicazione della Rete.

Hyperlapse

Tra tutte le trasformazioni in atto sulla Rete uno dei fenomeni che trova continuamente conferma e sembra non avere limiti è l’evoluzione di internet verso i contenuti visuali, ossia la progressiva rilevanza che le immagini e i video hanno all’interno di social network e siti web.

E’ con questo presupposto che Instagram ha rilasciato Hyperlapse, la sua nuova applicazione che consente di creare video in time-lapse con il proprio iPhone o iPad. Si tratta di un’App con una interfaccia utente minimale semplice ed elegante, che abilita gli utenti a generare in modo creativo video a velocità accelerata.

Le caratteristiche più interessanti dell’applicazione sono un sistema di stabilizzazione delle immagini particolarmente sofisticato e una interfaccia utente essenziale e intuitiva, che consente di produrre i video con un numero minimo di interazioni sullo smartphone.

In che modo Hyperlapse può essere utilizzato per fare video creativi?
Gli esempi sono già molti. Eccone uno che mi ha particolarmente colpito.

Le evoluzioni di Facebook: dal cambiamento dell’Edge agli Insight per gli eventi

Anche Facebook si è dato da fare nel mese di Agosto, introducendo diverse novità.

La più importante riguarda il cambiamento dell’Edge per combattere la pratica molto diffusa del click baiting. Ogni giorno sul nostro stream di Facebook appaiono numerosi post “urlati” dalle pagine che, con testi particolarmente intriganti, spingono gli utenti a fare clic sul link per generare traffico sui loro siti web di riferimento. Un modo per accrescere il loro valore pubblicitario, senza però offrire un vantaggio reale per l’utente in termini di informazione o intrattenimento.

Dal 25 agosto se un numero elevato di persone clicca su un post ma questo poi riceve poche interazioni in termini di like, commenti e condivisioni, Facebook tenderà a penalizzare quel contenuto perché presume che possa essere poco interessante per i suoi utenti.

Una piccola novità riguarda l’implementazione delle statistiche anche per gli eventi di Facebook, che possono essere visibili agli amministratori delle pagine.

Aggiornamento di forte impatto per chi si occupa di sviluppo su Facebook è invece l’eliminazione del like gate, cioè della possibilità utilizzata da molti Brand di far sbloccare contenuti sulle pagine solo a fronte di un “mi piace” sulla pagina stessa. Secondo Facebook un fan deve diventare tale perché è interessato ad ascoltare ciò che il Brand vuole dirgli, non solo perché è incentivato da una promozione o un particolare regalo che può essere sbloccato con il “Like”.

I Social Media si confermano essere un ecosistema frenetico in continua evoluzione; essere sempre aggiornati su tutte le novità, pensando al modo in cui queste possono essere integrate nelle attività di marketing, rappresenta un motivo fondamentale per il successo dei Brand che ogni giorno competono online per conquistare l’attenzione e rafforzare le relazioni con i loro pubblici. O che raccolgono soldi per le proprie attività. Anche durante l’estate.


IQUII

IQUII è una Digital Consulting Company, specializzata in Applicazioni mobile per iOS e Android, Social Media e Digital PR, tecnologia Wearable, Data Visualization.


Non perderti i prossimi post! Ricevili via mail per leggerli quando vuoi.

Dai un'occhiata all'archivio


I dati saranno trattati per consentire l’inserimento e la pubblicazione dei commenti. Prima di lasciare il tuo commento, leggi l’informativa privacy.

ARTICOLI CORRELATI

di IQUII

Délifrance Italia e IQUII per una social media strategy tra innovazione, qualità e tradizione

Délifrance Italia ha scelto IQUII per la definizione strategica della presenza e della comunicazione sui canali social del brand.

in: Comunicati Stampa

di Fabio Lalli

Messaging as a Platform: perché i Bot sono le nuove App e quali sono le Opportunità per le aziende

Con i Bot emerge una nuova concezione di Messaging as a Platform: da semplice strumento di comunicazione, la messaggistica si trasforma in una vera e propria piattaforma di erogazione di servizi.

in: Thinking

METTI IN ATTO LA TUA TRASFORMAZIONE DIGITALE

Inviaci un messaggio e ti ricontatteremo presto!

I dati sono trattati solo per dare riscontro alla richiesta. Leggi l'informativa privacy prima di inviare la tua richiesta

IQUII S.r.l.Part of Be Group

Sede Legale: Viale dell'Esperanto 71 – 00144 Roma

P.iva 11289201003 - Cap.Soc. 10.000 €
Reg. Imprese di Roma REA n.1293642

Email. info@iquii.com
Tel. +39 06 72.15.125

Sede Operativa Roma
Via Vincenzo Lamaro 13/15 Ed.U, 00173

Sede Operativa Milano
Piazza Affari 3 (Primo Piano), 20123

NEWSLETTER

Ricevi una volta al mese il nostro #ForwardThinking / Dai un'occhiata all'archivio