Dal Personal all’Executive Branding: perché i leader di oggi devono essere attivi online

Dal Personal all’Executive Branding: perché i leader di oggi devono essere attivi online

Pubblicato da IQUII il 14/10/2014 in Thinking

L’IBM Global CEO Study è uno dei principali centri di ricerca esistenti che si occupa di capire e approfondire il comportamento di CEO, manager e vertici aziendali in relazione alle dinamiche e alle trasformazioni che stanno affrontando. Una delle ultime ricerche condotta da IBM tra oltre 1.700 professionisti ha confermato un fenomeno: la maggior parte dei dirigenti non prende seriamente i Social Media.

Sebbene ogni manager sia consapevole dell’importanza del digital e viva ogni giorno i cambiamenti che la cosidetta “Digital Transformation” offre, e per certi versi impone, per restare competitivi sul mercato, blog, Twitter, LinkedIn e gli altri Social Network sono per lo più snobbati. Considerati un investimento troppo dispendioso e poco redditizio da curare per l’immagine e non per il business in senso stretto. E quindi da mettere come ultimo punto delle priorità della giornata.

Personal & Executive Branding

E così, sebbene sia lo stesso studio IBM a indicare che entro 5 anni i Social Media saranno il modo principale di interagire con i clienti, secondi solo alle interazioni di persona, i manager preferiscono per il momento concentrare gli investimenti sulla comunicazione social dell’azienda che dirigono senza preoccuparsi della propria reputazione online e del proprio Brand personale.

La disciplina del Personal Branding

Il termine Personal Branding nasce nel 1997 con un articolo di Tom Peters: The Brand Called You.

Starting today you are a brand.

You’re every bit as much a brand as Nike, Coke, Pepsi, or the Body Shop. To start thinking like your own favorite brand manager, ask yourself the same question the brand managers at Nike, Coke, Pepsi, or the Body Shop ask themselves: What is it that my product or service does that makes it different?

Il Personal Branding è il processo attraverso cui un individuo definisce i propri punti di forza per creare un percorso di valorizzazione che lo porta ad essere percepito in modo univoco nella mente dei suoi interlocutori.

Differentemente da quanto scritto su Wikipedia, il Personal Branding non “adotta le tecniche che il Marketing utilizza per promuovere i prodotti commerciali e le adatta per la promozione dell’identità delle singole persone”. Al contrario sfrutta le opportunità di comunicazione dei Social Media per creare delle nuove ed originali modalità di comunicazione e relazione.

Annullare l’aspetto umano per posizionarsi come un prodotto commerciale è uno dei grandi fraintendimenti nella disciplina del Personal Branding. Creare relazioni online autentiche ed affermare il proprio punto di vista dovrebbero essere tra gli obiettivi principali di chi cura il suo Brand personale. Non certo due aspetti alla portata della maggior parte dei Brand.

L’Executive Branding è il Personal Branding applicato ai manager

L’Executive Branding è lo stesso percorso di valorizzazione di unicità e punti di forza del Personal Branding, ma realizzato dai manager. Perché allora definire un nuovo termine per un concetto già esistente e per certi versi anche inflazionato? Perché le implicazioni, le dinamiche e le opportunità di branding per coloro che rappresentano un’azienda sono ben diverse dalle persone che promuovono “solamente” se stesse.

Un amministratore delegato e un direttore generale hanno dei ruoli caratterizzanti e, poiché ai vertici dell’organigramma aziendale, vengono considerati più rappresentativi dell’azienda rispetto a tutti gli altri dipendenti. Sono il viso dell’azienda, prima delle persone che si prendono meriti e critiche dei successi dell’organizzazione che rappresentano. Volenti o nolenti, questo tipo di professionisti ha già un suo Executive Brand, anche se trascurato online.

Come scrive Paola Bonomo sul suo blog LinkedIn sono diversi i motivi per cui un leader dovrebbe considerare da subito di investire sui Social Media:

  • Grow a broader and deeper personal network
  • Keep your antennas tuned into topics and people you find interesting
  • An opportunity to establish your thought leadership in public
  • Recruiting and talents
  • And in any case… people Google you

Ma come sfruttare al massimo queste opportunità? Come gestire le attività richieste per guadagnare autorevolezza?
E più in generale che percorso intraprendere per costruire il proprio Brand?

Questi e altri temi saranno oggetto di discussione al prossimo #openIQUII del 16 Ottobre dedicato appunto al Personal & Executive Branding.
Ci sono ancora una manciata di posti disponibili, se siete interessati iscrivetevi subito!


IQUII

IQUII è una Digital Company, specializzata in Applicazioni mobile per iOS, Android e Windows Phone, Social Media e Digital PR, tecnologia Wearable, Data Visualization.


Non perderti i prossimi post! Ricevili via mail per leggerli quando vuoi.

Dai un'occhiata all'archivio


Nel caso di commenti i dati verranno trattati come da informativa

ARTICOLI CORRELATI

di IQUII

Johan Cruyff Institute ed IQUII stringono la partnership per l’evoluzione della Sport Industry, tra formazione e business

Un accordo volto alla formazione dei futuri professionisti dello Sport Management, per collaborare insieme sull’evoluzione della Sport Industry.

in: Comunicati Stampa , Thinking

di IQUII

IQUII Sport accelera la Sport Digital Transformation: online il nuovo sito della Business Unit

Il nuovo sito racchiude tutta l’esperienza maturata nell’ambito della Sport Industry e accelera la Sport Digital Transformation con un’offerta integrata.

in: Comunicati Stampa

CONTATTACI SUBITO

IQUII S.r.l.Part of Be Group

Sede Legale: Viale dell'Esperanto 71 – 00144 Roma

P.iva 11289201003 - Cap.Soc. 10.000 €
Reg. Imprese di Roma REA n.1293642

Email. info@iquii.com
Tel. +39 06 72.15.125

Sede Operativa Roma
Via Vincenzo Lamaro 13/15 Ed.U, 00173

Sede Operativa Milano
Piazza degli Affari 3, 20123

Mobile Analytics

NEWSLETTER

Ricevi una volta al mese il nostro #ForwardThinking / Dai un'occhiata all'archivio