Push Notification: cosa sono, esempi e differenze tra iOS e Android

Push Notification: cosa sono, esempi e differenze tra iOS e Android

Pubblicato da Simone Cinelli il 11/05/2015 in Thinking

Viviamo in un mondo iperconnesso, con lo smartphone sempre a portata di mano che ci accompagna nella maggior parte delle nostre attività. Pensiamo allo sport, allo shopping, al lavoro, al tempo libero.

In molti casi, il tempo e le nostre attività giornaliere sono scanditi da brevi messaggi che riceviamo sul nostro smartphone: stiamo parlando delle Push Notification.

Le notifiche push sono una parte fondamentale di ogni strategia di Mobile Marketing. Ma inviare una push perfetta non è così semplice come sembra.

Push Notification Timing

Cosa è la Push Notification?

È un tipo di messaggio inviato da un web service verso un device, comunemente usato dalle mobile app per consegnare informazioni pertinenti ai propri utenti. Le notifiche compaiono sulla schermata Home del device dell’utente, anche se questo non ha l’applicazione aperta.

L’aspetto fondamentale da comprendere è che questo strumento vale molto di più rispetto agli altri canali di contatto (ad esempio messaggistica). Le notifiche push danno alle app un’opportunità unica di coinvolgimento e comunicazione con i propri utenti, quando usate correttamente.

Le notifiche push sono disponibili su tutti i sistemi operativi: iOS, Android, Windows Phone, BlackBerry.

Come si dovrebbero usare le Push?

Le applicazioni mobile dovrebbero usare le notifiche per intensificare l’esperienza d’uso e guidare gli utenti verso un più alto coinvolgimento, puntando anche ad aumentare le revenue. Per fare questo, le push devono veicolare le informazioni che gli utenti vogliono davvero ricevere.

Due esempi di Push Notification

Esempio 1 – Push Notification informativa o di aggiornamento

Informazioni che l’utente ha bisogno di ricevere in uno specifico momento. Le app di viaggi possono usare le push notification per avvertire su un cambio di gate oppure un aggiornamento sul volo. Le applicazioni finanziarie possono sfruttarle per un messaggio di aggiornamento sul conto in banca oppure come alert riguardante azioni fraudolente.

Esempio 2 – Push Notification di coinvolgimento

Informazioni che guidano l’utente a completare azioni virtuose come fare un acquisto, condividere un’azione sui social, completare l’iscrizione ad un evento e molto altro.
Quando impostato correttamente, questo tipo di push può avere un impatto significante sulla retention di medio-lungo periodo, sull’engagement e sul lifetime value dell’utente.
L’importante è considerare che ogni utente è differente e potrebbe voler ricevere solo push personalizzate sul proprio comportamento.

Da uno studio di Kahuna appare evidente che il momento con il più alto coinvolgimento sulle app da parte degli utenti è alle 10 di sera. Ma è altrettanto evidente che non c’è un orario univoco a cui far riferimento.

La soluzione migliore è quella di prevedere pattern di utilizzo variabili, in base alle preferenze degli utenti.

Push Notification Timing

Quali sono le componenti principali di una Push Notification?

Gli elementi principali di una Push Notification sono:

1) Titolo + orario: Indica chi ha inviato la notifica push;

2) Icona: Altra indicazione su chi ha inviato la notifica;

3) Testo: Contiene il messaggio della notifica.

  • Push Notification su iOS

L’Apple Push Notification service (APNs) permette all’applicazione che non è in esecuzione di notificare all’utente che ci sono nuove informazioni disponibili.

Esistono due tipi di notifiche: Local e Remote (o Push).

La sostanziale differenza tra le due è che:

– Le Local notification sono programmate da un’app e consegnate sullo stesso device;
– Le Remote notification (o push notification), vengono inviate dal server al servizio Push di Apple che a sua volta le invia sui dispositivi.

iOS Push Notification Example

  • Push Notification su Android

Il sistema di notifiche ha visto l’arrivo di molte novità con l’introduzione di Android 5.0 (Lollipop) ed il material design. Questo sistema consente agli utenti di tenersi informati sugli eventi rilevanti e in modo tempestivo all’interno dell’applicazione, come ad esempio i nuovi messaggi di chat di un amico o di un evento nel calendario.

Example Push Notification

Nel prossimo post parleremo dell’utilizzo delle Push Notification come leva strategica per il Mobile Marketing. Focalizzeremo l’attenzione sulle strategie per ottimizzare al meglio le notifiche e sulle metriche per l’analisi delle performance con l’introduzione dell’approccio IQUII in merito al PNO, Push Notification Optimization.

Sviluppare un’applicazione è il primo passo, metterla online e ottenere molti download è il secondo. Ma se gli utenti non utilizzano l’app si sta perdendo la maggior parte del valore. In IQUII reputiamo fondamentale questo ciclo di step e siamo pronti a elaborare per voi la migliore strategia di app engagement.

Contattaci subito per una consulenza sul mobile, ti illustreremo non solo il nostro approccio strutturato e competitivo ma anche i nostri casi di successo.


Simone Cinelli

Dopo essermi specializzato in Trade Marketing e Strategie Commerciali, ho approfondito la dimensione dei Social Media, per poi concentrarmi sul Mobile Marketing: esploro le potenzialità degli store, studio nuove traiettorie, metto a punto efficaci strategie di ottimizzazione.


Non perderti i prossimi post! Ricevili via mail per leggerli quando vuoi.

Dai un'occhiata all'archivio


Nel caso di commenti i dati verranno trattati come da informativa

ARTICOLI CORRELATI

di IQUII

Quanto costa sviluppare un’app mobile per smartphone o tablet: la guida completa

Il mobile è in continua evoluzione e valutare quanto costa sviluppare un’app è complesso. La nostra guida ai fattori, le evoluzioni e le dinamiche di mercato da considerare.

in: Thinking

di IQUII

Retail App: progettazione e sviluppo di un mcommerce, dal customer journey alla user experience

Dal Customer Journey alla User Experience lo sviluppo di una retail app si basa su rilevanza, contestualizzazione e ottimizzazione di ogni fase del processo.

in: Newsletter , Thinking

CONTATTACI SUBITO

IQUII S.r.l.Part of Be Group


Sede Legale: Viale dell'Esperanto 71 – 00144 Roma
Sede Operativa: Via Vincenzo Lamaro 13/15 Ed.U, Roma

P.iva 11289201003 - Cap.Soc. 10.000 €
Reg. Imprese di Roma REA n.1293642

Email. info@iquii.com
Tel. +39 06 72.15.125

Mobile Analytics

NEWSLETTER

Ricevi una volta al mese il nostro #ForwardThinking / Dai un'occhiata all'archivio