Mobile Engagement e promessa di valore – #openIQUII

Mobile Engagement e promessa di valore – #openIQUII

Pubblicato da IQUII il 19/02/2016 in Thinking

L’alto numero di applicazioni esistenti – oltre 4 milioni negli store – ha portato gli utenti a sviluppare aspettative elevate: la scelta di scaricare un’app è diventata un momento di valutazione e selezione, influenzata dalle abilità di “corteggiamento” dell’applicazione stessa.

Le categorie più scaricate sono quelle che maggiormente rispondono ai bisogni delle persone: Health (vivere meglio), Gaming (divertimento), Social & Entertainment (intrattenimento) e Work & Productivity (lavoro).
Alcuni fattori influenzano però i tassi di abbandono e di disinstallazione di un’app ed è quindi importante lavorare su queste cause sin dalla fase di progettazione:

  • Difficoltà nell’utilizzo;
  • Cattiva User Experience e User Interface;
  • Basse Performance;
  • Evidente mancanza di stabilità (crash, bug ecc).

Mercato e numeri del Mobile

Gli ultimi dati aggiornati sulla Digital Audience in Italia mostrano come:

  •  22,4 milioni di utenti unici mensili si colleghino da dispositivi mobili (50,9% degli italiani);
  • il tempo speso online è di circa 1 ora e 40 minuti per persona al giorno;
  • il 73,3% del tempo totale speso online è generato dalla fruizione di internet da mobile (di cui l’80,4% da mobile app).

Audiweb Digital Audience Italia 2015

Per chi lavora nel mondo delle app è interessante anche notare i differenti tempi di adozione di un nuovo sistema operativo per i due principali leader di mercato, in quanto molto diversi tra loro.
Gli utenti che utilizzano iOS hanno una curva di adozione molto più rapida – iOS 9 che ha raggiunto già il 77% dei device – mentre su Android gli OS utilizzati sulla maggior parte dei device sono KitKat 36%, Lollipop 34% e JellyBean 24%.

Differenze tempi di adozione di un nuovo OS tra iOS e Android

Mobile Engagement

Le applicazioni vengono sviluppate per un motivo ben preciso: essere utilizzate dagli utenti.
Mettere online app di qualità che coinvolgano davvero le persone è un impegno importante, ma nella maggior parte dei casi si assiste ad un picco iniziale di download ed utilizzo e ad una lenta decadenza, fino all’abbandono completo.

L’ottimizzazione e l’analisi continua permettono di individuare le aree di “stress” e frustrazione che portano gli utenti a lasciare l’app. L’esperienza vissuta tramite l’utilizzo dell’applicazione, il cosiddetto “effetto wow”, porta le persone a tornare all’interno dell’app, ad utilizzarla e consigliarla agli amici (anche lasciando recensioni positive).

Un utente ha in media 36 applicazioni installate sul proprio smartphone, ma quotidianamente ne utilizza solo il 26%. Le categorie di app più utilizzate giornalmente sono Social & Communication (68%), Gaming (46%), Media & Entertainment (33%) e Retail (19%).

Interessante è anche notare quali sono i motivi ed i tassi di abbandono delle applicazioni mobile. La principale ragione di abbandono è la perdita di interesse, seguita dalla non necessità, dalla mancanza di utilità e dall’arrivo di una nuova app percepita come più utile. Le categorie “più a rischio” sono Sport, Games e Fotografia.

Come intervenire in termini di coinvolgimento per ridurre il tasso di abbandono della propria applicazione?

E’ necessario avere una strategia di Mobile Engagement coerente con le caratteristiche dell’applicazione ed i vostri obiettivi (di business, di monetizzazione, ecc).
Ad esempio strumenti come Push Notification e In-app messages sono d’aiuto, soprattutto per riportare gli utenti all’utilizzo con call to action decise e mirate, che diano anche motivi validi e stimolanti.

L’obiettivo è portare l’utente verso un’esperienza “sticky”: letteralmente è il grado di “appiccicosità” e come metrica è nata in ambito web per poi passare al mobile con l’esplosione dell’analisi delle performance (e dei relativi tool).
Quindi un’app le cui caratteristiche, i contenuti, il design (e marketing) guidano l’utente ad un uso ripetuto, che è fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi di conversione e di monetizzazione.

4 strategie per migliorare le Performance dell’app sono sicuramente:

  • L’utilizzo dei funnel per assicurarsi che design, user experience e navigazione dell’app siano “frictionless” e intuitivi;
  • L’aggiornamento frequente dell’esperienza d’uso con nuove features e contenuti personalizzati;
  • Il monitoraggio Power Users per vedere come usano l’app e cosa li spinge a tornare;
  • Lo sfruttamento degli insight sul comportamento degli utenti per personalizzare push notification e messaggi in-app (sia verso gli utenti attivi che verso quelli inattivi).

Push Notification

La Notifica Push è un tipo di messaggio inviato da un web service verso un device, comunemente usato dalle mobile app per consegnare informazioni pertinenti ai propri utenti. Le notifiche compaiono sulla schermata Home del device dell’utente, anche se non ha l’applicazione aperta.

Il contenuto di una notifica push, detto payload, viene inviato da un server a un push notification service che ne garantisce il successivo invio al dispositivo. Le notifiche push vengono inviate in modalità asincrona dal PNS ai dispositivi, senza che vi sia necessità da parte di questi di compiere particolari azioni di richiesta.

Come funziona una notifica push

Per ottimizzare i risultati delle nostre notifiche push è importante implementare e monitorare su di esse degli analytics. Nessun PNS attualmente fornisce delle funzionalità di feedback sull’avvenuta apertura delle notifiche da parte dell’utente. Per cui è necessario far in modo che all’apertura di una push il dispositivo invii il feedback al server, tramite chiamata HTTP, in modo da tracciare quante persone effettivamente hanno aperto la notifica.

Utenti e livello di Engagement

Il rapporto tra gli utenti e la nostra applicazione può essere paragonato ad un vero e proprio corteggiamento.
Bisogna corteggiare gli utenti dal primo momento, generando un rapporto duraturo basato sulla fiducia reciproca.

Download, onboarding, retention, engagement possono essere ricondotti ad un corteggiamento vero e proprio. Dai primi sguardi alla prima uscita insieme, fino al momento in cui non è più possibile fare a meno dell’altra metà.

Utenti e livello di App Engagement

La promessa di valore delle app, oggi, deve puntare ad un rapporto di lungo termine con la consapevolezza che la competizione è elevata e non permette passi falsi.

 

Mobile Engagement [#openIQUII – Workshop] from IQUII

 

Il prossimo #openIQUII sarà giovedì 17 marzo dalle 18,30 e parleremo di Ubiquitous Advertising con Davide Iandiorio e Fabio Lalli: iscriviti subito!

 


IQUII

IQUII è una Digital Company, specializzata in Applicazioni mobile per iOS, Android e Windows Phone, Social Media e Digital PR, tecnologia Wearable, Data Visualization.


Non perderti i prossimi post! Ricevili via mail per leggerli quando vuoi.

Dai un'occhiata all'archivio


I dati saranno trattati per consentire l’inserimento e la pubblicazione dei commenti. Prima di lasciare il tuo commento, leggi l’informativa privacy.

ARTICOLI CORRELATI

di IQUII

IQUII lancia Sticker Store, la piattaforma dedicata ai designer di sticker per WhatsApp

Online Sticker Store, la piattaforma nella quale poter esprimere la propria creatività disegnando sticker esclusivi per WhatsApp.

in: Comunicati Stampa , Thinking

di IQUII

Mobile Advertising e tracciamento campagne: Apple mette a disposizione il nuovo framework “SKAdNetwork”

Con l’ultima release iOS 11.3, Apple mette a disposizione un nuovo set di API, “SKAdNetwork”, per il tracciamento pubblicitario all’interno dell’App Store: un cambiamento che secondo alcuni esperti potrebbe ridefinire la posizione della casa di Cupertino nell’ecosistema del Mobile Advertising.

in: Thinking

CONTATTACI SUBITO

I dati sono trattati solo per dare riscontro alla richiesta. Leggi l'informativa privacy prima di inviare la tua richiesta

IQUII S.r.l.Part of Be Group

Sede Legale: Viale dell'Esperanto 71 – 00144 Roma

P.iva 11289201003 - Cap.Soc. 10.000 €
Reg. Imprese di Roma REA n.1293642

Email. info@iquii.com
Tel. +39 06 72.15.125

Sede Operativa Roma
Via Vincenzo Lamaro 13/15 Ed.U, 00173

Sede Operativa Milano
Piazza degli Affari 2, 20123

Mobile Analytics

NEWSLETTER

Ricevi una volta al mese il nostro #ForwardThinking / Dai un'occhiata all'archivio