Black Friday 2019: come cambia il comportamento di acquisto dei consumatori omnichannel

Black Friday 2019: come cambia il comportamento di acquisto dei consumatori omnichannel

Pubblicato da Laura Spadoni il 29/11/2019 in Thinking

Fino a cinque anni fa, a stento se ne conosceva il significato. Oggi il Black Friday è diventato in tutto il mondo l’evento commerciale dell’anno, trasformandosi da consolidata tradizione americana di shopping matto che segue il Giorno del Ringraziamento ad esperienza di impatto globale. 

Con l’evoluzione del digitale, l’interesse del fenomeno è cresciuto (+9900% di crescita del trend registrata in tutto il mondo negli ultimi cinque anni) e le abitudini di acquisto dei consumatori sono cambiate, così come sono cambiati gli strumenti, le connessioni e le opportunità. Alle compere tradizionali in negozio si è affiancata la spesa online: le persone oggi acquistano comodamente da casa utilizzando i dispositivi elettronici e pagando con semplicità, con un tocco allo schermo dello smartphone, attraverso il riconoscimento facciale, con l’Apple Watch o impartendo un comando all’assistente vocale.

Scindere i due momenti, rinunciare all’esperienza più immersiva dello shopping fisico o fare a meno di quella più comoda ed informata dell’online, per i consumatori di oggi è impossibile. 

Come sono cambiate le abitudini di acquisto per il Black Friday 2019

Uno studio condotto da McKinsey sulle abitudini dei consumatori nel 2019 evidenzia che, durante una visita al negozio fisico, più del 51% dei clienti utilizza il cellulare per comparare i prezzi del prodotto che intendono acquistare, il 33% controlla di aver ricevuto coupon di sconto via e-mail e circa il 30% ricerca in internet informazioni sul prodotto che vede esposto sullo scaffale.

E non sono solo le generazioni più giovani ad assumere questo comportamento. I consumatori di tutte le età – compresi gli appartenenti alla fascia 50-70 anni – utilizzano lo smartphone per controllare i prezzi, leggere le recensioni sui prodotti, andare a caccia di coupon e acquistare online un bene da ritirare in negozio. 

black-friday-2019

Sebbene l’esperienza fisica non perda valore ed il cliente nel 2019 voglia ancora toccare con mano il prodotto che acquisterà per il Black Friday, la tendenza ad utilizzare gli strumenti digitali per avere pieno controllo delle opportunità che ci sono in rete è in costante aumento. Più del 200% dei consumatori ricerca applicazioni che prevedono programmi di reward che assicurano vantaggi economici negli store fisici. 

Oggi più che mai, il consumatore si dichiara omnichannel e desideroso di vivere un’esperienza di acquisto tanto fisica con il prodotto quanto digitale, attingendo ad informazioni utili che lo sappiano guidare verso una spesa più consapevole. 

La digitalizzazione della distribuzione per i retailer è un passo obbligato per intercettare l’evoluzione della domanda e finalizzare al meglio l’offerta e le aziende che sono state in grado di tradurre la tendenza del consumatore in un’esperienza coinvolgente e personalizzata omnichannel, saranno le sole che vinceranno la sfida del Black Friday 2019. 

Le campagne Black Friday che hanno conquistato i clienti

Le aziende che hanno lavorato ad una strategia unica, uguale per tutti i touchpoint aziendali, sono quelle che avranno maggior successo per il Black Friday 2019. Ecco alcuni esempi di realtà del mondo retail che hanno sviluppato le migliori campagne per il Black Friday e, adattandosi alle nuove abitudini di acquisto dei consumatori omnichannel, hanno saputo convincere ad effettuare acquisti online e offline.

Kohl 

Kohl’s è una catena di negozi al dettaglio statunitense, gestita dalla Kohl’s Corporation. Con 1,158 sedi è la più grande catena di grandi magazzini degli Stati Uniti. Per il Black Friday, Kohl’s ha adottato una strategia digitale di engagement del cliente.

black-friday-2019

L’azienda ha pubblicato sui propri social ufficiali una serie di quiz sui marchi disponibili nello store. Il concorso, lanciato online con hashtag #KohlsSweeps, incoraggia gli utenti a rispondere a domande semplici per vincere sconti da utilizzare in negozio. 

Con questa strategia, Kohl’s ha mantenuto alta la presenza social per tutta la durata del Black Friday e il suo hashtag è diventato di tendenza su Twitter, ampliando la portata potenziale di clienti. La campagna ha registrato un aumento dell’engagement sui social del 400% rispetto all’anno precedente e un aumento del 234% del sentiment positivo dei clienti

MeUndies 

MeUndies è il marchio statunitense di intimo con una forte presenza creativa sui social media. Per il Black Friday l’azienda ha preferito creare un evento su Facebook della durata di sole due ore piuttosto che progettare una tradizionale campagna di sconto. 

black-friday-2019

Per promuovere l’evento live della durata di un’ora, MeUndies ha prima invitato i suoi 314.000 follower della pagina Facebook ed ha esteso l’invito, con una campagna di email marketing, a tutti i clienti che non effettuavano  acquisti da oltre un anno.

MeUndies ha poi chiesto agli utenti di connettersi in un orario specifico (dalle 3 alle 5 del pomeriggio) per assistere ad una diretta Facebook – un contest di dj – in cui ogni partecipante, interagendo con il video, avrebbe avuto la possibilità di vincere coupon sempre più vantaggiosi da spendere online o in store.

Shopify

Shopify, la multinazionale canadese di e-commerce con sede a Ottawa, Ontario, come in passato, anche quest’anno per il Black Friday condivide sui propri social la BFCM Live Map, la mappa dedicata alle giornate del Black Friday e del Cyber Monday che traccia in tempo reale le vendite effettuate in tutto il mondo dalla piattaforma Shopify.

black-friday-2019

L’interazione con i dati sull’evento e l’esperienza creata attorno al fenomeno ha consentito già in passato di assicurare all’azienda traffico costante sull’e-commerce e di guadagnare la completa attenzione dell’utente, sempre più sfuggente nella giornata di sconti.

L’intento di shopify è di sfruttare l’engagement dato dal monitoring live dei dati di vendita per creare più occasioni per indurre l’utente all’acquisto. 

La chiave per il successo dei retailer nel 2019

La personalizzazione e l’omnicanalità sono le giuste leve per attrarre e fidelizzare il cliente. Per avere successo in questo Black Friday 2019 e per tutto l’anno a venire, le aziende dovranno intraprendere un percorso di trasformazione digitale e:

1. Integrare esperienza digitale a quella in store 

Le aziende dovranno adottare misure per assicurare al cliente una completa integrazione di fisico e digitale, trasferendo all’interno del negozio tutti i vantaggi dello shopping online. QR Code, accesso veloce alle recensioni di prodotto, piattaforme, screen interattivi sono solo alcuni degli spunti da cogliere.

2. Costruire una relazione migliore con i consumatori partendo dai dati

Una volta integrato il digitale al fisico, è necessario che i due canali si parlino affinchè le aziende abbiano la possibilità di avere una visione più ampia dei dati raccolti sui propri clienti. Carta fedeltà, newsletter, social network, e-commerce, gli utenti lasciano volontariamente indicazioni alle aziende rispetto ai propri gusti, comportamenti, esigenze. Avere una visione globale dei dati raccolti e conoscere più in profondità i propri clienti aiuterà le aziende a creare esperienze personalizzate in grado di fidelizzare i clienti.

Se sei interessato ad una consulenza scrivici ora e ti proporremo le giuste soluzioni per far partire la trasformazione digitale nella tua azienda.


Laura Spadoni

Brand Manager @IQUII


Non perderti i prossimi post! Ricevili via mail per leggerli quando vuoi.

Dai un'occhiata all'archivio


I dati saranno trattati per consentire l’inserimento e la pubblicazione dei commenti. Prima di lasciare il tuo commento, leggi l’informativa privacy.

ARTICOLI CORRELATI

di Laura Spadoni

IQUII Sport approda in Francia: siglata la partnership con IN&Sport

Da un’iniziativa volontaria degli IQUIIers è nata la partecipazione a #TeamTrees, il fundraising per piantare 20 milioni di alberi entro gennaio 2020.

in: Comunicati Stampa , Thinking

di Laura Spadoni

Sport & Business Summit 2019, interviene il CEO IQUII Fabio Lalli: “Il dato è il nuovo petrolio della sport industry”

IQUII partecipa al panel dei relatori con il CEO Fabio Lalli che ha incentrato il suo speech su strategie di fan engagement e profilazione nello sport.

in: Comunicati Stampa , Thinking

METTI IN ATTO LA TUA TRASFORMAZIONE DIGITALE

Inviaci un messaggio e ti ricontatteremo presto!

I dati sono trattati solo per dare riscontro alla richiesta. Leggi l'informativa privacy prima di inviare la tua richiesta

IQUII S.r.l.Part of Be Group

Sede Legale: Viale dell'Esperanto 71 – 00144 Roma

P.iva 11289201003 - Cap.Soc. 10.000 €
Reg. Imprese di Roma REA n.1293642

Email. info@iquii.com
Tel. +39 06 72.15.125

Sede Operativa Roma
Via Vincenzo Lamaro 13/15 Ed.U, 00173

Sede Operativa Milano
Piazza Affari 3 (Primo Piano), 20123

NEWSLETTER

Ricevi una volta al mese il nostro #ForwardThinking / Dai un'occhiata all'archivio