2015, un anno di tanti cambiamenti e crescita

2015, un anno di tanti cambiamenti e crescita

Pubblicato da Fabio Lalli il 31/12/2015 in Comunicati Stampa , Thinking

Negli ultimi due anni, sempre alla fine dell’anno, ci siamo trovati nella condizione più o meno “comoda” di dover cambiare uffici: da una parte la crescita del nostro team e quindi l’esigenza di un luogo più ampio, dall’altra situazioni di contesto che in linea generale ci hanno messo nella condizione di dover scegliere una nuova base.

Iniziare un nuovo anno con un cambiamento non è facile, se poi è strutturale diventa ancora più complesso e frustrante: devi riorganizzare alcune dinamiche lavorative, devi gestire il trasloco e ci sono impatti emotivi, oltre che economici, che incidono su tutti. Eppure questo cambiamento di inizio anno ci ha insegnato cose importanti. La prima riguarda il team: se è coeso ed unito può adattarsi velocemente ai cambiamenti improvvisi. La seconda riguarda l’ambiente lavorativo: se smart, ben organizzato e piacevole, genera una nuova spinta ed un coinvolgimento elevato anche in momenti di destabilizzazione e riorganizzazione. Ma soprattutto abbiamo imparato che il cambiamento fa bene perché mette in luce le debolezze sulle quali è necessario lavorare per migliorare, rapidamente, e non rimanere indietro.

Quest’anno – finalmente – non cambieremo uffici, e se da una parte un po’ ci mancherà questo nomadismo professionale, c’è da dire che sarà un modo diverso di partire e lo faremo da qualcosa di più consolidato. Durante l’anno che si sta concludendo abbiamo fatto tanto e siamo cresciuti ancora: abbiamo ampliato il team di sviluppo e quello digital, il volume di progetti è cresciuto, abbiamo acquisito nuovi clienti e abbiamo riadattato anche parte della strategia in funzioni dei cambiamenti di mercato ed alle nuove esigenze che abbiamo fronteggiato.

Successi ed errori

Se c’è una cosa in cui crediamo fermamente è che si cresce anche e soprattutto sbagliando. E sbagliare è parte integrante del percorso imprenditoriale che abbiamo intrapreso ormai da qualche anno. Abbiamo commesso degli errori più o meno importanti che ci hanno permesso di correggere alcuni difetti di gioventù. Pensare di non sbagliare più, è impossibile, e sarebbe un errore aggiuntivo pensarlo. Ma migliorare progressivamente imparando dagli errori fatti e non ripeterli, è la promessa che ci siamo fatti e che facciamo ai nostri clienti e partner. Pensiamo che sia necessario abbandonare un po’ l’atteggiamento difensivo e la paura di sbagliare ed intraprendere con più decisione un percorso di creazione e sperimentazione che comprenda anche il sano errore, gestito come uno strumento di crescita e successo.

Le persone prima di tutto.

Il 2015 è stato l’anno in cui IQUII ha puntato molto sul consolidamento del team e mettere le basi per il progetto 2016. Abbiamo visto arrivare e passare molti ragazzi, tra nuovi assunti e in stage. Nel team sono entrati Marco, Eleonora, Davide, Marco, Riccardo, Paolo, Antonio e sono passati da noi in stage universitario Luca, Alessandra, Stefano e Antonella, con i quali ci auguriamo di riprendere il percorso insieme una volta finito il loro percorso di laurea. Grazie al NUS di Singapore, con il quale abbiamo rinnovato l’accordo, a partire da Giugno avremo 3 nuovi developers in Internship. E non ci fermeremo qui: stiamo cercando altri developers, designer e growth hacker che vogliamo unirsi al nostro progetto.

Non solo progetti e servizi

Da quando siamo nati ci siamo sempre focalizzati su progetti per terze parti e consulenza. Nel 2015 abbiamo iniziato un percorso di sviluppo di prodotti di nostra proprietà e progetti su cui stiamo investendo, cercando di mettere la nostra esperienza anche a nostra disposizione. Questa scelta ci ha portato in un anno a dare vita a prodotti B2C e B2B che ci hanno aiutato a crescere più velocemente. Nel 2016 continueremo su questo percorso, aumentando ulteriormente l’investimento fatto.

Oltre al lavoro c’è divertimento e sperimentazione

Ci siamo divertiti durante quest’anno. Oltre alla sperimentazione, che ci ha sempre contraddistinti, ci siamo focalizzati anche su progetti, no profit, solo per la voglia di supportare iniziative benefiche e fare del bene, progetti a nostro avviso di valore, soprattutto sociale. Pensiamo che il divertimento sia parte integrante del lavoro, ma il divertimento non vuol dire “cazzeggiare”: divertirsi lavorando vuol dire dare al lavoro un tocco di creatività diversa, vuol dire aggiungere una nuova angolazione che permette di guardare le cose da punti di vista differenti. Può non sembrare così, ma lavoriamo, tanto, ma ci divertiamo altrettanto, facendo cose.

Connettere e condividere

In IQUII uno degli asset principali su cui si investe è la condivisione della conoscenza e la connessione con le persone: nell’ultimo anno, grazie agli OpenIQUII, agli ShareIQUII, alla formazione fatta in aula e presso i clienti, abbiamo connesso oltre 700 persone e abbiamo avuto modo di confrontarci su temi tecnologici, digital e non solo. Siamo consapevoli che una azienda che oggi vuole crescere, è una azienda aperta alla contaminazione esterna ed alla possibilità di estendere e spingere la propria rete oltre le mura aziendali. Proprio per facilitare questo approccio, nel 2016 faremo crescere ulteriormente il progetto ON che durante quest’anno ha preso vita. ON sarà uno spazio dedicato del nostro HQ, nel quale svilupperemo un programma intenso di Academy per developers, designer e marketers, una serie di eventi sia con aziende partner che altri eventi interni, ma soprattutto inizieremo un processo di coworking e accelerazione di alcuni progetti su cui stiamo investendo o di progetti clienti ospitati per cicli di sviluppo e fast prototyping.

Tra tecnologie e comunicazione

Lo diciamo da sempre: non c’è tecnologia che possa abilitare un comportamento se non c’è un progetto di comunicazione, così come non c’è un progetto di comunicazione che oggi possa fare a meno della tecnologia. Noi facciamo questo: uniamo tecnologia e comunicazione in progetti integrati, processi unici in grado di attivare comportamenti, catturare attenzione e convertire azioni in dati e revenue. Quest’anno è stato l’anno del futuro come abbiamo raccontato più volte: wearable, internet of things, dati, mobile e tanto altro. Nel 2016 aiuteremo i nostri clienti nello scegliere il giusto percorso, le giuste tecnologie e la metodologia adeguata nel processo di trasformazione digitale.

Andando oltre

Nel 2015 abbiamo consolidato progetti importanti. Abbiamo lavorato e continueremo a lavorare con BNL, ItaliaOnline, Armani, Bulgari, Unicredit, RCS, Medici Senza Frontiere, Palazzetti e molti altri. Siamo cresciuti in Italia e vogliamo continuare a farlo con la stessa costanza. Quest’anno inizieremo un processo di internazionalizzazione per portare IQUII oltre i confini italiani. 3 nuovi importanti clienti, che ufficializzeremo nel 2016, ci hanno affidato per i prossimi anni lo sviluppo delle strategie mobile e lo sviluppo delle applicazioni mobile, in tre differenti mercati fashion, sport e no profit.

Ovviamente voi

Non possiamo non aggiungere tutti voi al nostro 2015: ci leggete, partecipate e ci supportate in questo percorso-progetto e questa spinta ci permette di crescere ed avere continui stimoli positivi. Grazie a tutti.

E ora, inizia il countdown per il nuovo anno. Pronti per caricamento della versione 2016 di IQUII. Buon anno nuovo a tutti voi pieno di risultati e crescita.


Fabio Lalli

Ceo di IQUII, da sempre appassionato di innovazione digitale, attualmente immerso nell'esplorazione di nuove esperienze legate all'Internet of Everything e ai Big Data e incredibilmente determinato a fare grandi cose.


Non perderti i prossimi post! Ricevili via mail per leggerli quando vuoi.

Dai un'occhiata all'archivio


I dati saranno trattati per consentire l’inserimento e la pubblicazione dei commenti. Prima di lasciare il tuo commento, leggi l’informativa privacy.

CONTATTACI SUBITO

I dati sono trattati solo per dare riscontro alla richiesta. Leggi l'informativa privacy prima di inviare la tua richiesta

IQUII S.r.l.Part of Be Group

Sede Legale: Viale dell'Esperanto 71 – 00144 Roma

P.iva 11289201003 - Cap.Soc. 10.000 €
Reg. Imprese di Roma REA n.1293642

Email. info@iquii.com
Tel. +39 06 72.15.125

Sede Operativa Roma
Via Vincenzo Lamaro 13/15 Ed.U, 00173

Sede Operativa Milano
Piazza degli Affari 3, 20123

Mobile Analytics

NEWSLETTER

Ricevi una volta al mese il nostro #ForwardThinking / Dai un'occhiata all'archivio